Tutti gli articoli di Erica Snidarcig

Arte/Non Arte. Omaggio a Renato Calligaro

Arte/Non Arte. Omaggio a Renato Calligaro

    • Località: UDINE;
    • Luogo: Casa Cavazzini – Museo d’arte moderna e contemporanea, via Cavour
    • Tipologia: Incontro, seminario, convegno; Mostra;
    • Data: Lunedì 23 Ottobre 2017
    • Orario: 15:00
    • Consigliato per: Tutti
Lunedì 23 ottobre 2017 alle ore 15.00 in collaborazione con il Festival Mimesis, Casa Cavazzini ospiterà un incontro che avrà per protagonisti l’artista Renato Calligaro insieme al critico d’arte Riccardo Caldura dell’Accademia di Belle Arti di Venezia e ad Alessandro Del Puppo, storico dell’arte e docente presso l’Università di Udine. Al termine dell’incontro, al primo piano del museo, verrà inaugurata la mostra “Arte/Non Arte. Omaggio a Renato Calligaro” che rimarrà aperta al pubblico fino al 7 gennaio 2018. L’esposizione raccoglie una selezionata serie di opere pittoriche di Renato Calligaro e sintetizza visivamente quelle che sono le sue convinzioni teoriche in riferimento alla “morte dell’arte” e al futuro di un linguaggio espressivo che affida alla capacità “narrativa” delle forme la propria capacità di rinnovarsi.

Nato a Buja (Udine) nel 1928, Renato Calligaro ha trascorso l’infanzia e la giovinezza alternando permanenze in Italia, Argentina e Brasile. Dopo l’esperienza della guerra vissuta in Friuli, nel 1946 si è trasferito nuovamente a Buenos Aires per frequentarvi la Facoltà di Architettura. Pittore e scrittore, Calligaro ha individuato nella pittura il suo linguaggio privilegiato, unendovi l’attività di illustratore e fumettista che ha accompagnato tutto il suo percorso professionale.

A partire dagli anni Sessanta la sua ricerca artistica si concentra nello sviluppo della “narratività”, non come illustrazione, ma in sequenze di forme inventate che si sviluppano l’una dall’altra formando il “racconto”. Quella dei quadri/sequenza (di solito di cm. 242 x 60) è la modalità più comune attraverso la quale le sue opere pittoriche si presentano.

Nel 1967 egli inizia a dedicarsi al fumetto di satira, impropriamente chiamato “d’avanguardia”, in cui sviluppa e rende visibili le problematiche formali della letteratura e della pittura del Novecento. Sono frutto di tale esperienza anche i cosiddetti “poemi” di testo e figure – di cui “Graf Zeppelin” è uno degli esempi esposti in mostra – dove viene creata una nuova dialettica fra testo scritto e immagine con una costante interscambiabilità tra i due livelli di comunicazione.

Sue vignette di satira e illustrazione sono state pubblicate in: Confronto, ABC, Linus, Alterlinus, Arcibraccio, Panorama, Espresso, La Repubblica (Satiricon), Vie Nuove, Manifesto, Lotta Continua, Reporter, Le Monde.

Organizzato da:

Casa Cavazzini – Museo d’arte moderna e contemporanea in collaborazione con Mimesis Festival

Mimesis Festival

Mimesis Festival

    • Località: UDINE;
    • Luogo: Teatro Palamostre, Scuole, Casa Cavazzini, Cinema Visionario, Librerie: Kobo, Feltrinelli, Tarantola, Moderna,
      Friuli, Einaudi, Lino’s & Co Bottega di Udine
    • Tipologia: Incontro, seminario, convegno;
    • Data: Lunedì 23 Ottobre 2017
    • Consigliato per: Tutti
Una settimana di incontri a Udine e dintorni da lunedì 23 a sabato 28 ottobre 2017

Il Festival è nato nel 2014 su iniziativa dell’associazione culturale “Territori delle idee” in sinergia con la casa editrice Mimesis. Giunto alla sua quarta edizione, anche quest’anno il Festival offre un programma di divulgazione umanistica e scientifica di primo livello, in collaborazione con l’Università di Udine e diversi altri enti culturali di rilevanza nazionale.

Il tema di quest’anno, navigazioni, fa riferimento certo alla contemporaneità, alle nuove tecnologie e alla navigazione in

rete, un’esperienza quotidiana ormai comune a tutti i livelli sociali e generazionali, ma affonda le sue radici nel significato più antico e profondo del navigare come forma di apprendimento e scoperta che rende l’uomo ciò che è. È navigando che Ulisse costruisce la metafora fondamentale dell’Occidente, ed è con i termini di prima e seconda navigazione che Platone simbolizza la conoscenza. Ci sono molti modi di navigare, con diversi mezzi, per esplorare infiniti luoghi. Per una settimana, il Festival Mimesis cercherà di essere il porto di arrivo di un anno di riflessioni, per ripartire verso il mare aperto dell’esperienza. Il programma si struttura attorno ai grandi temi dell’arte, della filosofia e del diritto. Da lunedì 23 a sabato 28 ottobre, sei giorni di programmazione culturale, ciascuno articolato in diversi momenti: gli incontri con le scuole al mattino, le presentazioni e i dibattiti in luoghi significativi della città, l’incontro con gli autori nelle principali librerie di Udine. Intellettuali e studiosi di fama internazionale si confronteranno su temi di attualità e di forte rilievo culturale con un taglio divulgativo accessibile a tutti. Accanto a questo, il festival coltiva la propria vocazione all’impegno sociale, vero cuore della manifestazione, sviluppando temi di interesse pubblico come la riflessione sulla cultura islamica, l’oriente, l’immigrazione, la spiritualità e la globalizzazione, con un alto valore informativo e formativo. La denominazione “Territori delle Idee” è espressione di una profonda attenzione al territorio e alla cittadinanza, nella convinzione che filosofia, arte e diritto siano, per tutti, strumenti essenziali di un sapere che costruisce la bellezza e la responsabilità dell’essere cittadini cosmopoliti.

Scarica il programma

Organizzato da:

Un’iniziativa dell’associazione culturale
Territori delle Idee www.territoridelleidee.it in collaborazione con: CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia, Comune di Udine, Vicino/lontano, Centro Espressioni Cinematografiche, Hybrida – associazione culturale, Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli Studi di Udine, Dipartimento di Studi Umanistici e del Patrimonio Culturale Università degli studi di U
dine – Scuola Superiore, Società Filosofica Italiana Sezione FVG, Casa Cavazzini Museo d’Arte Moderna
e Contemporanea, Romanae Disputationes / ToKalOn Progetto EC-ELIT n° 578978-CREA-1-2016-1-IT-CULT-LIT1 co-finanziato dal Programma Europa Creativa
Società Ferrovie Udine-Cividale
Il treno delle lingue

Passeggiamo Insieme

 

evento

  • Località: San Daniele del Friuli;
  • Luogo: Campo Base via Kennedy
  • Tipologia: Escursione;
  • Data: Lunedì 23 Ottobre 2017
  • Orario: 17:00
  • Consigliato per: Tutti
Passeggiata di 2-3 km per promuovere uno stile di vita attivo. Partecipazione gratuita se non diversamente indicato nel programma.

L’amministrazione comunale di San Daniele del Friuli vi invita a Passeggiamo Insieme autunno 2017. Insieme all’Associazione 18 Maggio 1370, collaborano nell’organizzazione degli eventi sul territorio con finalità di avviare l’intera popolazione ad un stile di vita attivo.

Gli organizzatori declinano ogni responsabilità civile e penale per quanto fisicamente possa accadere, prima, durante e dopo, ad ogni singolo partecipante, non sono previsti punti di ristoro e assistenza sanitaria, i minori devono essere accompagnati da un adulto che se ne assume la responsabilità, eventuali cani al guinzaglio, in ogni caso va rispettato il codice della strada e le norme di Polizia municipale.

Organizzato da:

Associazione 13 Maggio 1370
0432 943434
passeggiamoinsieme@gmail.com

Commemorazione Centenario della Battaglia di Mortegliano

Commemorazione Centenario della Battaglia di Mortegliano

  • Località: Mortegliano;
  • Luogo: Parco della Rimembranza del Cimitero di Mortegliano
  • Tipologia: Grande Guerra; Incontro, seminario, convegno; Interesse locale;
  • Data: Lunedì 23 Ottobre 2017 – ore 10.30
  • Orario: 10:30
  • Consigliato per: Tutti
Lunedì 23 ottobre 2017, alle ore 10.30 presso il parco della Rimembranza del Cimitero di Mortegliano, si terrà la Commemorazione dei Caduti di Mortegliano della Grande Guerra, con deposizione di corone a ricordo.

Nell’ambito della manifestazione:

Commemorazione Centenario della Battaglia di Mortegliano

Organizzato da:

Pro Loco Comunità di Mortegliano, Lavariano e Chiasiellis

RAGNETTI DI HALLOWEEN

Sembrano difficili ma in realtà a farli è un gioco da ragazzi….ci vuole solo un po di pazienza

Ingredienti per circa 20 ragnetti: torta a l cioccolato già pronta 250 gr, confettura di albicocche 40 gr.
Per la copertura ci sono due varianti 1) cioccolato fondente 150 gr, burro 30 gr, codette q.b., rotelle di liquirizia, palline di zucchero per decorazione argentate
2) solo codette , rotelle di liquirizia, palline di zucchero per decorazione argentate
Per preparare i ragnetti di Halloween dovrete sbriciolare 250 gr di torta al cioccolato in una ciotola e unite la marmellata di albicocche . Almagamate bene gli ingredienti per ottenere un composto compatto e modellabille .
Prendete un cucchiaio di composto alla volta e formate tante palline, modellando l’impasto con le mani . Adagiate le palline su di un vassioio riscoperto con un foglio di carta da forno .
Ora potete scegliere come fare: primo metodo un po più laborioso…
 Fate sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria  e unite il burro : la glassa dovrà risultare liquida, liscia e omogenea, se è troppo dura aggiungete 30 ml di panna. Tuffate una pallina alla volta in modo da ricoprirla interamente .
Passate poi le palline nelle codette di cioccolato , facendole aderire bene su tutta la superficie e riponetele sul vassoio. Una volta che avrete compiuto questa operazione per tutte le palline  passate alla decorazione: posizionate due palline di zucchero argentate su ogni pallina, in modo centrale e ravvicinato, a formare due occhietti . Lasciateli asciugare bene in un luogo fresco. Intanto preparate le zampette dei ragni ricavando 160 pezzetti lunghi circa 6-7 cm dalle rotelline di liquirizia .
Con uno bastoncino per spiedini praticate 6 fori (3 per lato) su ogni pallina , e in ognuno di essi infilateci l’estremita di un pezzetto di liquirizia che fungerà da zampetta . Ecco che, con un po’ di pazienza, i ragnetti di Halloween  saranno pronti per divertire i vostri bambini nella notte delle streghe!
Secondo metodo molto più sbrigativo :
mettete nell’impasto di base un pochino, ma proprio poca , marmellata in più in maniera da rendere l’impasto naturalmente più appiccicoso e passatelo direttamente nelle codette.Per le zampette praticate comunque tre fori per parte con uno stecchino da tramezzini ed infilateci le zampette di liquirizia.Infine posizionate gli occhietti.Quelli che vedete in foto io li ho fatti così
  BUON HALLOWEEN A TUTTI

AniMANdo: I Bronzi di Zuglio. Antichi splendori di una città romana

AniMANdo: I Bronzi di Zuglio. Antichi splendori di una città romana

  • Località: Cividale del Friuli;
  • Luogo: Museo Archeologico Nazionale
    Piazza Duomo 13
  • Tipologia: Incontro, seminario, convegno;
  • Data: Domenica 22 Ottobre 2017
  • Orario: 16:30
  • Consigliato per: Tutti
Visita guidata compresa nel biglietto di ingresso.

Prenotazione obbligatoria.

Organizzato da:

Museo Archeologico Nazionale
Tel. +39 0432 700700
E-mail: museoarcheocividale@beniculturali.it

Baule del Diavolo

Baule del Diavolo

  • Località: Cividale del Friuli;
  • Luogo: Centro di Cividale del Friuli
  • Tipologia: Fiera, mercato, mercatino;
  • Data: Domenica 22 Ottobre 2017
  • Consigliato per: Tutti
  • Prezzo: gratuito
Mercatino dell’usato e del vintage nel centro della città, dalla mattina al tramonto

Organizzato da:

Pro Loco Cividale
segreteria@prolococividale.it

Laguna d’Autunno

Laguna d'Autunno

  • Località: Marano Lagunare;
  • Luogo: Centro Visite – Riserva Naturale Valle Canal Novo
  • Tipologia: Escursione;
  • Data: Domenica 22 Ottobre 2017
  • Orario: 10:30
  • Consigliato per: Tutti
  • Prezzo: 12€
Escursioni guidate in motonave lungo i canali lagunari.

10.30 Ritrovo presso il Centro Visite – Riserva Naturale Valle Canal Novo e partenza per la visita guidata al centro storico “La Fortezza”

11.30/12.30 Visita guidara al Museo Archeologico della Laguna, a seguire pausa pranzo

15.30 Ritrovo presso il Centro Visite – Riserva Naturale Valle Canal Novo

15.45/ 16.00 Partenza dal porto di Marano Lagunare per escursione guidata lungo i canali della laguna fino alle Riserve Naturali Regionali Foci dello Stella

Nell’ambito della manifestazione:

Laguna d’Autunno

Organizzato da:

Centro Visite – Riserva Naturale Valle Canal Novo, Via delle valli, 2 – Marano Lagunare – tel 0431.67551

The Beatles Event in Udine – domenica 22 ottobre

L'immagine può contenere: 4 persone, persone in piedi e spazio all'aperto

Teatro Palamostre, Udine. Domenica 22 Ottobre 2017

DALLE ORE 14
– Inaugurazione delle mostre “Beatles e Dio” di Eugenio Ambrosi e “Beatles Vinyl Collection” di Silvio Toso.
– Presentazione del libro “Da Lenin a Lennon” di Eugenio Ambrosi, con l’intervento delal giornalista Luana De Francisco (Messaggero Veneto).
– Apertura mercatino vinili, cd e gadget
– Proiezioni di video e documentari inediti

ORE 15
– Dj Set “A day in the life” a cura di Angelo Tomasin

ORE 16
– I Beatles in acustico. Con Louis Armato, Spino e Charlie Brown

INIZIO CONCERTI. Biglietti: interi 10 euro, ridotti (ragazzi fino ai 14 anni) 5 euro. Ricavato devolut in beneficenza all’associazione “La casa di Joy”, a sostegno dei bambini ammalati.

ORE 18
– Live con la tribute-band “Beat&Shout” (Udine)

ORE 20
– Live con la tribute-band “Revolver” (Bergamo)

New Italian Dance (NID) Platform – quarta giornata

New Italian Dance (NID) Platform - quarta giornata

    • Località: GORIZIA;
    • Luogo: Museo di Santa Chiara Gorizia
      Palazzo de Grazia Gorizia
      Kulturni Center Lojze Bratuz Gorizia
      Tetro Verdi Gorizia
      Kulturni Dom Gorizia
      Nhttp://www.turismofriuliveneziagiulia.it/EventiBackOffice/AreaOperatori/EventiRicerca.aspxova Gorica Teatro Nazionale Sloveno
    • Tipologia: Danza, teatro danza;
    • Data: Domenica 22 Ottobre 2017
    • Consigliato per: Tutti
Teatro Verdi h. 11

Il gatto con gli stivali – Firenze – L’autore: Roberto Lori  Interpreti: Roberto Lori, Fabio Bacaloni

Credits: Parte recitate a cura di Fabio Bacaloni / Luci Gabriele Termine / Costumi Simona Bucci / Direzione artistica: Simona Bucci / Con il sostegno di Ministero dei Beni Culturali e le Attività Culturali-Dip. dello Spettacolo e Regione Toscana

Spettacolo concepito per un pubblico giovane (dai 3 agli 8 anni) che ruota attorno alla figura del Gatto con gli stivali come metafora del valore dell’amicizia, l’arguzia, il valore aldilà delle apparenze, il superamento delle proprie paure.

Il gatto che in apparenza sembra il meno prezioso dei lasciti si rivelerà invece di grande valore. Nella favola tradizionale il gatto munito di grandi stivaloni magici si trasforma in una sorta di guascone, furbo, audace, sfrontato, coraggioso. Nella versione qui presentata il nostro personaggio ha tutte queste qualità ma nasconde una debolezza, in realtà assai grave per l’orgoglio felino: egli non teme nulla se non i topi.Proprio questa sua grande debolezza renderà il personaggio più vicino alle nature di tutti noi eroi quotidiani costituiti da forze e fragilità e la fragilità del nostro personaggio diventerà la chiave per il raggiungimento dell’intento.

 

Palazzo de Grazia h.15.00

REPLICA  –  Trigger – FIRENZE – L’autore: ANNAMARIA AJMONE -Interpreti: ANNAMARIA AJMONE

Credits: musiche Palm Wine 
produzione CAB 008
 con il sostegno di Regione Toscana e MiBACT co-produzione Cango / Umano – Cantieri internazionali sui linguaggi del corpo e della danza in collaborazione con Teatro della Toscana

Trigger è un sistema mobile, che si organizza in modo differente in base al luogo in cui viene ospitato. Il sistema ridisegna la geometria degli spazi e, viceversa, lo spazio trasforma l’azione performativa.

La partitura coreografica, costituita da nuclei di movimento prestabiliti, composti tra di loro in maniera istantanea, si sviluppa nell’area interna ed esterna al perimetro di un rettangolo iscritto nello spazio. Il pubblico è disposto lungo i lati del rettangolo, condividendo lo spazio scenico con la performance.

 

Kulturni Center Lojze Bratuž – h. 16.00

Pulcinella – Reggio Emilia -L’autore: Michele Merola

Interpreti: Paolo Lauri, Fabiana Lonardo, Enrico Morelli, Giovanni Napoli, Nicola Stasi, Gloria Tombini, Lorenza Vicidomini

Credits: Concept: Michele Merola, Cristina Spelti | Coreografia: Michele Merola | Musica: Igor Stravinskij, Stefano Corrias | Scene e disegno luci: Cristina Spelti | Costumi: Patricia Villirillo | Produzione: MM Contemporary Dance Company – con il sostegno di Regione Emilia-Romagna, Compagnia Naturalis Labor, Teatro Asioli di Correggio, ASD Progetto Danza Reggio Emilia

La prima rappresentazione di “Pulcinella” è a Parigi, nel 1920, ad opera dei Ballets Russes, con le coreografie di Leonide Massine, le musiche di Igor Stravinskij, le scene e i costumi di Pablo Picasso. Nel realizzarne la propria versione, Merola rispetta il passato, e i grandi capolavori prodotti sul tema, ma si muove per una propria strada. La colonna sonora è composta da alcuni brani del balletto e dalle “escursioni” del compositore Stefano Corrias. La contaminazione della partitura originale è dettata dall’esigenza di disporre di momenti più intimi, più scarni dal punto di vista musicale, per poter chiarire chi sia veramente Pulcinella: il coreografo ha voluto mettere in evidenza il versante solitario, malinconico e drammatico dell’alfiere napoletano. “Pulcinella – dice Merola – è una persona, è un’immagine anche di solitudine, che non muore mai: sembra morire più volte durante lo spettacolo, ma poi sempre si rialza, perché la sua libertà potrebbe essere soffocata, ma sempre torna a vivere.” Nel bianco e nero predominante dei costumi e della scena, compare solo una punta di rosso: è Pulcinella, il cui cuore batte al di là di ogni tentativo di farlo morire, e continua a pulsare, nel bene e nel male, nel bianco e nel nero.

Kulturni Dom h.17.30

A ROOM FOR ALL OUR TOMORROWS – Modena L’autore: IGOR & MORENO – Interpreti: IGOR URZELAI , MORENO SOLINAS

Due sono i protagonisti di questa performance, ma la performance non parla di loro. Parla di tutti noi. Parla delle vite segrete che tutti abbiamo quando siamo tra gli altri. Parla di quei momenti – tra un caffè e la danza – in cui l’equilibrio ci abbandona e ciò che ci resta è soltanto il desiderio di gridare. È una performance che si fa luogo per immaginare come le cose potrebbero essere rispetto al modo in cui sono ora.È semplicemente a room for all our tomorrows, una stanza per tutti i nostri domani.

 

Nell’ambito della manifestazione:

NID

Organizzato da:

Società cooperativa a.ArtistiAssociati in collaborazione con l’Ente Regionale Teatrale (ERT) del FVG.
T. +39.0481 532317
F. +39.0481 537759
info@nidplatform.it