Archivi categoria: Infusi e tisane

TISANA ALL’ORIGANO

Tra le erbe aromatiche che molti di noi coltivano chi negli orti chi sui balconi, c’è anche l’origano che non solo può insaporire i nostri piatti, ma è anche un valido aiuto per la nostra salute.

Ora che abbiamo delle calde giornate di sole è il momento di metterci al lavoro ed essicare   le foglie dell’origano per poi ritrovarci pronti per l’inverno con una bella scorta.Vediamo insieme benefici e proprietà di questa aromatica.

Ci sono ben circa 35 specie diverse di origano.

Le foglie dell’origano si possono consumare sia fresche che essiccate, come i fiori, ottimi nelle insalate oppure per arricchire frittate o altri piatti a base di uova e verdure.

Tra le principali proprietà benefiche dell’origano ci sono quelle antisettiche, antispasmodiche, digestive ed espettoranti.

L’infuso a base di origano è perfetto per curare gli stati da raffredamento e influenzali, tosse, tracheite e problemi a livello gastro-intestinale come meteorismo e difficoltà digestive come digestione lenta, acidità e bruciori di stomaco.

Essendo un ottimo antisettico, l’origano “disinfetta” l’organismo ripulendolo e tenendo lontani virus e batteri.

La sua azione antispasmodica si rivela utile in caso dicrampi allo stomaco dovuti a diverse problematiche, mentre  la sua azione espettorante combatte la tosse e aiuta ad espellere il catarro.

L’origano trova utilità anche ad uso esterno: perfetto nei suffumigi per curare i sintomi dell’asma e della bronchite, mentre degli impacchi caldi con l’infuso di origano aiutano ad alleviare e disinfiammare cervicale e torcicollo.

INGREDIENTI PER UNA TAZZA:

2 cucchiai di foglie e fiori di origano essicato

miele biologico per dolcificare

PREPARAZIONE

Fate bollire l’acqua in un pentolino. Versate i fiori e le foglie di origano nell’acqua bollente e lasciate in infusione 10 minuti a fuoco spento. Filtrate l’infuso prima di consumarlo.

Dolcificate con due cucchiaini di miele biologico.

Per curare gli stati influenzali, consumarne 2 tazze al giorno fino alla scomparsa dei sintomi.

In caso di problemi allo stomaco consumarne una tazza all’occasione.

AROMATERAPIA.

La sua efficacia contro lo stafilococco lo rende molto utilizzato nell’aromaterapia, soprattutto per la cura delle malattie che interessano le vie respiratorie e che possono colpire i bronchi, i polmoni e la gola. L’olio essenziale di origano può essere utilizzato per i suffumigi con acqua bollente e bicarbonato in caso di raffreddore e di naso chiuso. L’olio essenziale migliore è estratto da origano proveniente da agricoltura biologica ed è puro al 100%.

PROPRIETA’ ANTICANCRO.

L’origano ha proprietà anticancro. Gli esperti della Long Island University hanno evidenziato la presenza all’interno dell’origano di una sostanza killer efficace contro il cancro alla prostata. Questa erba aromatica contiene un componente che induce le cellule cancerogene ad auto-distruggersi. La sua azione è stata testata per quanto riguarda il tumore alla prostata, una delle patologie che maggiormente colpisce la popolazione maschile.

PROPRIETA’ ANTIOSSIDANTI.

Possiamo considerare l’origano tra gli alimenti di cui sfruttare le proprietà antiossidanti. L’origano contiene infatti vitamina C, una sostanza che permette all’organismo di sviluppare una maggiore resistenza sia alle infezioni che agli agenti portatori di infiammazione e ai radicali liberi, una delle principali cause dell’invecchiamento prematuro delle cellule del nostro organismo.

PROPRIETA’ ANALGESICHE.

L’origano è un analgesico naturale, utile nella riduzione del dolore. È ritenuto particolarmente efficace in caso di mestruazioni dolorose. È possibile preparare una tisana all’origano contro i dolori mestruali, sotto forma di infuso. È sufficiente lasciare in infusione un cucchiaino di foglie d’origano essiccato in una tazza d’acqua bollente per 10 minuti, per poi filtrare il liquido e bere ancora caldo una volta al giorno.

PROPRIETA’ ANTICELLULITE

Le proprietà anticellulite dell’origano permettono di impiegarlo per la lotta all’inestetismo stesso e ai disturbi di circolazione sanguigna o linfatica che possono provocarlo. È possibile preparare un infuso a base di origano da bere una volta al giorno utilizzando mezzo cucchiaino di foglie essiccate per ogni tazza da 200 millilitri d’acqua.

Come stimolante dell’appetito. Può capitare un periodo di inappetenza, magari dovuto allo stress. Prova a fare un infusione con mezzo cucchiaino di origano in foglie e mezzo cucchiaino di fiori, immersi in una tazza di acqua bollente. Aspetta 5 minuti, filtra, dolcifica col miele e bevi questo aperitivo naturale.

Come purificante. Due tazze al giorno dell’infuso che stimola l’appetito aiuterà a ridurre i problemi di acne e di pelle grassa.

Come rilassante. Confeziona un sacchettino di stoffa con foglie tritate di menta, rosmarino e origano. Prepara un bagno caldo con un bagnoschiuma idratante e immergi il sacchetto di erbe aromatiche. Resta nella vasca 15-20 minuti, per godere appieno del potere rilassante di questo mix.

Come tonificante. Porta a ebollizione una pentola di coccio colma d’acqua e versaci una manciata di fiori e foglie di origano, un cucchiaio di foglie di menta tritate e due rametti di rosmarino. Lascia sul fuoco per 5 minuti, poi spegni e copri. Prendi un asciugamano di spugna morbido e ampio, sposta la pentola su un tavolo e mettiti a sedere di fronte. Togli il coperchio e usa il vapore sprigionato dalla pentola per fare dei suffumigi aromatici al viso: questo bagno di vapore aumenterà l’elasticità della pelle, aprirà le vie respiratorie e libererà i pori dalle impurità. Questo trattamento è ideale prima di una pulizia del viso o di uno scrub.

TISANA AL SAMBUCO

Approfittiamo di questi ultimi giorni di fioritura del sambuco per essicarlo e preparare successivamete  delle buone e salutari tisane…tutto quello che ci occorre sono dei fiori di sambuco raccolti lontano dalle strade che faremo poi essicare chi può al sole (ricordandosi di ritirare in luogo asciutto la sera) e chi vuole con l’essicatore.

Riponiamo poi in vasi di vetro ( io uso i bormioli) e teniamo al buio ed al fresco.Quando avremo voglia o necessità  ecco la ricetta….

 

Tisana al sambuco

  • Ricetta: fate bollire l’acqua in un pentolino e versatevi due cucchiaini di fiori secchi di sambuco; fate riposare per 5 minuti, quindi filtrate  e  dolcificare con miele all’eucalipto. Il miele ha una blanda azione antinfiammatoria mentre l’eucalipto aiuta a decongestionare le mucose nasali.( se non disponete di miele all’eucalipto va bene qualsiasi tipo di miele)
  • Caratteristiche: la tisana al sambuco rinforza le difese immunitarie, è utile contro la ritenzione idrica, il raffreddore, la tosse e la febbre poiché stimola la sudorazione.
  • Utilizzo: la tisana deve essere il più bollente possibile, da bere preferibilmente di sera.
  • Proprietà: immunostimolante, sudorifere, diuretiche.

I fiori di sambuco svolgono un’azione antinfiammatoria ed emolliente e aiutano, così, ad attenuare l’infiammazione della mucosa nasale e, quindi, a superare il raffreddore. Il sambuco stimola, inoltre, la sudorazione ed è molto utile anche nel caso in cui il raffreddore si accompagna a tosse e/o febbre. Aiuta, infine, a rinforzare le difese immunitarie, è quindi anche un ottimo rimedio preventivo.

 

INFUSO AI FIORI DI ACACIA

La natura ci regala sempre moltissime cose…stà a noi sapere cosa dobbiamo fare e come le dobbiamo usare.In questo periodo per esempio troviamo fiorite ovunque le acacie.Pochi giorni fa abbiamo fatto i fiori in pastella che sono davvero ottimi, ma possiamo pensare oltre…..prepariamo i fiori essicati che ci serviranno durante l’inverno per farci ,quando ne avremo voglia, degli infusi o delle tisane.

Ingredienti:fiori di acacia

Dovete raccogliere dei fiori  prediligendo quelli belli freschi e metterli al sole e all’asciutto per un paio di giorni , facendo attenzione a ritirarli durante la notte,come fate per essicare le erbe aromatiche.Il modo migliore però resta sempre quello di avere a portata di mano l’essiccatore.Contrariamente a quello che si può pensare un essiccatore non ha costi elevati ed il risultato è davvero ottimo:in poco tempo avete i vostri prodotti pronti ed essiccati nella maniera più giusta e veloce.Potete così preparare un quantitativo maggiore e ridurre notevolmente anche il lavoro.Pensate che io essicco i fiori di acacia in circa 4 ore ( anche meno)Questo significa che volendo ogni giorno posso mettere dei fiori nuovi senza il pensiero di dover stare attenta al tempo,all’umidità e al dover rientrare il tutto durante la notte. Dovete tenere anche conto che non tutti i luoghi dispongono di un clima sempre favorevole nel periodo di raccolta: a maggior ragione l’utilizzo dell’essiccatore.

In poche parole il prodotto finito devono essere i fiori secchi.Ognuno poi adoperi il metodo che gli è più comodo.

Infuso fresco:
-20 gr di fiori in mezzo litro di acqua calda, oppure 50 gr in un litro d’acqua calda. E’ molto efficace come calmante, come astringente e come valido collutorio per le infiammazioni della gola. Utile anche in caso di mal di testa. Bere due o tre volte al giorno.

– Per ripulire l’organismo: mettere 10 g di fiori essiccati in una tazza di acqua bollente; filtrare dopo 10 minuti e bere una tazza al giorno per 3 settimane, dolcificare con miele.

 

Non mi voglio dilungare troppo nella spiegazione della pianta preferisco ,quando parliamo di infusi e tisane , darvi la ricetta e dirvi  come potete prepararli ed assumerli e che beneficio ne potete trarre.Ognuno poi valuti sempre se sia la cosa giusta da da assumere dietro le proprie necessità.Infatti alle volte alcune piante possono essere non tollerate da tutti.Nel caso dell’acacia non ci sono  grosse controindicazioni  fatto salvo che un individuo sia allergico di suo alla pianta stessa .

 

Attenzione:

l’Acacia puo’ ostacolare l’assorbimento degli antibiotici e dei farmaci contenenti tannino.

Inoltre non va utilizzato in caso di asma o di reazioni allergiche ricorrenti.

In generale, l’acacia è ritenuta efficace nel trattamento di tosse accompagnata da catarro, digestione difficile, diarrea, gengiviti,stomatiti, alitosi e mal di gola. La medicina popolare indica poi l’acacia come efficace rimedio contro il mal di testa.

L’acacia, essendo una pianta altamente nettarifera, è infine una pianta particolarmente preziosa per gli apicoltori: largamente noto ed apprezzato è infatti il miele d’acacia, cui si attribuiscono proprietà antinfiammatorie per la gola, antibatteriche, detossificanti per il fegato e dolcemente lassative; è inoltre un ottimo ricostituente ed energizzante naturale e aiuta a combattere l’acidità di stomaco. La medicina popolare apprezza poi il miele  d’acacia per il trattamento topico di piccole ferite, piaghe e bruciature: l’effetto calmante è immediato, mentre le proprietà del miele agiscono sui capillari, favorendone la ricostruzione.

Mi raccomando sarebbe meglio non usare lo zucchero nelle tisane o negli infusi ma dolcificare con del miele.

In conclusione buona passeggiata e buon lavoro a tutti.